Meteo, il weekend segnato dalle perturbazioni: scatta l’allarme

Nel weekend il meteo italiano sarà in continua evoluzione, con perturbazioni che caratterizzeranno il fine settimana: c’è l’allarme.

Stiamo vivendo un marzo a dir poco bizzarro dal punto di vista meteo. Infatti abbiamo visto come l’inizio di questo mese sia stato più piovoso rispetto all’intero inverno. Chi si aspettava la primavera, quindi dovrà aspettare ancora qualche settimana, prima di godersi quelle giornate soleggiate che caratterizzano la fine di marzo e l’inizio di aprile. Le ultime proiezioni però sono a dir poco allarmanti.

Infatti secondo gli esperti meteorologi potrebbe esserci un vero e proprio ribaltone nel corso del fine settimane, con piogge a dirotto pronte ad estendersi su tutta la penisola. Addirittura stando ai meteorologi potrebbero arrivare grandinate ed addirittura neve a bassa quota. Quel che è certo è che non sarà di certo un weekend sereno per diverse regioni italiane.

Meteo, weekend con perturbazioni e neve: le regioni colpite

Le ultime ore hanno visto i fenomeni meteorologici estendersi fino al Sud, con la comparsa della neve lungo la dorsale appenninica. Tuttavia nelle prossime ore la perturbazione potrebbe intensificarsi nel meridione e causare momenti di instabilità anche sul medio adriatico e sul Nord-Est, sebbene le schiarite saranno predominanti. Secondo gli esperti, questa tregua sarà di breve durata, poiché un’intensa perturbazione atlantica è attesa dalla Francia per colpire il settore occidentale italiano a partire dal pomeriggio di venerdì 8 marzo.

Al mattino avremo tempo prevalentemente asciutto, ma già dalle prime ore del pomeriggio si apriranno gli ombrelli in Sardegna e sulla Liguria di Ponente. Durante la serata, il maltempo interesserà tutto il Nord-Ovest, la Sardegna e l’Alta Toscana. Nelle Alpi occidentali, tornerà a nevicare oltre i 700-900 metri di quota. Il weekend vedrà il passaggio di due perturbazioni: la prima, tra la sera di venerdì e la prima parte di sabato. Questa porterà piogge da ovest verso est, nevicate sulle Alpi sopra i 700-900 metri e oltre i 1.300 metri sugli Appennini, insieme a maltempo diffuso da Nord a Sud.

La seconda perturbazione, più intensa, comporterà nevicate sulle Alpi con accumuli di oltre 50-60 cm di neve fresca in sole 24 ore, piogge abbondanti anche in Campania e nevicate sugli Appennini a quote comprese tra 1.100 e 1.400 metri. Mentre invece nella giornata di Sabato al Nord avremo una nuova perturbazione con precipitazioni verso Est ed una tregua pomeridiana, con neve tra i 700 ed i 900 metri di quota. Al centro non mancheranno rovesci sparsi con neve a 1500 metri, mentre al Sud si prevedono delle piogge specialmente in Campania.

Impostazioni privacy