Mutuo, così risparmi 1.200 euro: scatta il bonus mensile sulla rata

Per il pagamento del mutuo, c’è la possibilità di risparmiare fino a 1.200 euro. Scatta il bonus mensile sulla rata: i dettagli.

Una delle spese più importanti che milioni di italiani si ritrovano a dover affrontare ogni mese è quella della rata del mutuo. Soprattutto per chi lo ha appena iniziato, ci sono ancora molti anni in cui pagare le rete. Con i numeri che purtroppo non fanno che gravare sulle finanze dei cittadini, anche e soprattutto per via della crisi che stiamo vivendo.

Col bonus mensile, si potranno risparmiare 1200 euro sul mutuo
Ecco come risparmiare fino a 1200 euro sul mutuo – Gallurainformazione.it

Per chi ha deciso di stipulare un contratto con tasso variabile, l’inflazione in crescita potrebbe arrecare gravi danni sia nel breve che nel lungo termine. Come fare dunque per ovviare al problema? Ci sono soluzioni già a portata di mano. Si tratta di un bonus mensile sulla rata di cui si potrà beneficiare e che permetterà a tutti di risparmiare ben 1.200 euro. Ecco di cosa si tratta e come fare per accedervi.

Risparmiare 1.200 euro sul mutuo: accedete al bonus mensile così

Grazie a questo bonus mensile, ci sarà la possibilità per i cittadini di risparmiare fino a 1.200 euro sul mutuo. Questo per via dei tassi di interesse finalmente in calo, con un fenomeno che ha iniziato a verificarsi tra ottobre e fine dicembre del 2023. E che ha permesso un risparmio nelle rate mensili pari a 60 euro circa. E non è finita qui, perché la Banca Centrale Europea sta studiando il primo taglio ai tassi di interesse.

Ecco come risparmiare fino a 1200 euro sul mutuo da subito
I tagli daranno modo di risparmiare sul mutuo della casa – Gallurainformazione.it

Secondo le analisi di Bankitalia, questo porterebbe ad un risparmio che presto potrebbe aumentare fino a 100 euro al mese. Che, tradotto nella spesa annuale, arriverebbe a 1.200 euro in meno sulle rate da versare. Entrando più nel dettaglio, si legge nel bollettino statistico su Banche e moneta che, a gennaio 2024, i tassi di interesse si sono attestati al 4,38%. Ancora in ribasso rispetto al 4,82% di dicembre 2023.

E non solo, perché la quota di prestiti con periodo di determinazione iniziale del tasso fino ad un anno è stata del 22%. Quasi la metà rispetto al 41% di dicembre. E concludiamo con i prestiti al settore privato, diminuiti del 2,6% su base annua. Un fenomeno in controtendenza rispetto ai mesi scorsi, che darà finalmente la possibilità ai cittadini di risparmiare sulle rate del mutuo dopo due anni di incrementi continui.

Ora si attendono i benefici che arriveranno quando la Bce deciderà i nuovi tagli al tasso di interesse. Se vi ritrovate a dover ancora versare rate con tassi molto alti, potreste valutare la surroga per poter cambiare banca e godere di condizioni migliori di finanziamento.

Impostazioni privacy