Contanti in viaggio, c’è un nuovo stop: attenzione ai limiti o sarai subito multato, pene severe

È una cosa da non sottovalutare assolutamente. Fai attenzione allo stop relativo ai contanti in viaggio. Ci sono dei limiti che prevedono multe

Viaggiare è una delle cose più belle da fare nella vita. Conoscere nuovi luoghi e culture, raggiungere amici e parenti lontani, è senza dubbio un qualcosa che ci dà soddisfazione.

Contanti in viaggio, c’è un nuovo stop
Attenzione allo stop ai contanti in viaggio – Gallurainformazione.it

Ma quando si è in viaggio è necessario fare attenzione anche ad alcuni particolari “burocratici” che potrebbero altrimenti darci dei problemi. Non tutti sanno infatti che esistono degli “stop” per quanto riguarda i contanti in viaggio che, se non vengono rispettati, potrebbero portare a pesanti sanzioni e multe anche molto rilevanti.

Occhio ai contanti in viaggio: tutti i limiti da rispettare

Esistono leggi molto severe circa la quantità di contanti che si possono portare in viaggio. Nella maggior parte dei casi queste leggi rientrano nella lotta al terrorismo o contro attività di riciclaggio di denaro. Ogni tipologia di forma di pagamento è infatti sottoposta a controlli anche piuttosto approfonditi da parte della polizia di dogana e dagli agenti preposti. Possono essere inclusi nei controlli anche i titoli  e gli assegni al portatore, gli oggetti preziosi, le carte ricaricabili, ecc.

Occhio ai contanti in viaggio
Contanti in viaggio, questi sono i limiti da rispettare – Gallurainformazione.it

Nello specifico, secondo la normativa sull’antiriciclaggio, aggiornata al 2017, vi è un limite preciso alla quantità di contanti che è possibile portare a bordo degli aerei. L’articolo 3, comma 1, del Decreto Legislativo numero 195 del 2008 imposta come soglia massima 10.000 euro. Questa cifra è valida sia per i voli europei, che per i voli che partono e arrivano da e per i Paesi extra europei.

Nel caso in cui queste cifre non vengano rispettate è possibile andare in contro a sanzioni anche piuttosto pesanti. Se la somma non è superiore ai 250.000 euro, è prevista una multa del 5% dell’importo che eccede la soglia prevista. Nel caso di cifra superiore vi è il sequestro amministrativo del 40% dell’importo in eccesso, oltre ad una sanzione del 40% dell’importo.

Se la somma dovesse superare invece la soglia dei 10.000 euro, il viaggiatore dovrà dichiararlo obbligatoriamente, in modo da evitare sanzioni. Questa dichiarazione dovrà essere realizzata attraverso la compilazione di un apposito modulo che si può ottenere presso l’ufficio doganale. In alternativa è possibile scaricare la documentazione direttamente dal sito dell’Agenzia delle dogane e dei Monopoli. Sarà quindi necessario indicare la provenienza del denaro, il nome della persona a cui è destinato e anche in che modo si intende utilizzarlo.

Impostazioni privacy